La storia e lo sviluppo

La storia / Il consolidamento

Così come aveva fatto Ermenegildo con loro, anche Angelo e Aldo Zegna facilitarono l’ingresso dei figli Ermenegildo, Paolo, Anna, Benedetta, Laura e Renata in azienda, preparando la nuova generazione dirigente. L’espansione dell’azienda è così continuata nel tempo.

Alla fine degli anni ‘90 è stata implementata una vasta strategia di verticalizzazione, brand extension e concessione di licenze, creando un marchio globale del lusso maschile che spazia dall’abbigliamento agli accessori.
L’azienda si è focalizzata sul retail, arrivando con largo anticipo nei mercati emergenti, in particolare Brasile, India, Cina e Russia. Zegna è stato il primo marchio di lusso ad aprire un punto vendita in Cina (Beijing 1991): la Cina è attualmente il principale mercato per il marchio, con oltre 70 negozi a gestione diretta presenti sul territorio cinese.
Oggi, Zegna è presente in oltre 80 paesi con 555 punti vendita, di cui 311 gestiti direttamente.
Nel 2002, Zegna ha acquisito il marchio Longhi, produttore di abbigliamento di lusso in pelle; in seguito, nello stesso anno, ha costituito una joint-venture con il Gruppo Salvatore Ferragamo – ZeFer – per sviluppare i settori della pelletteria e delle calzature su scala internazionale.

La diversificazione del marchio si è ulteriormente ampliata con il lancio del primo profumo Ermenegildo Zegna: Essenza di Zegna, distribuito da YSL Beauté nel 2003. Sono state successivamente aggiunte altre tre fragranze, tra cui Z Zegna e il più recente, Zegna Colonia.
Nel 2004 la licenza con De Rigo ha portato alla creazione della Ermenegildo Zegna Eyewear, la prima collezione di occhiali da sole e da vista, e nel 2006 l’accordo con Perofil ha visto la nascita di Ermenegildo Zegna Underwear. L’architettura e il design sono stati pilastri dell’espansione del marchio. Il 2007 ha visto il lancio del primo progetto di Global Store, creato dal celebre architetto Peter Marino. Da allora, sono stati aperti Global Stores a Milano, New York, Shinjuku Tokyo, Dubai e Hong Kong; nel 2010 seguiranno Shanghai Lippo e Las Vegas.
Sempre nel 2007 sono stati inaugurati a Milano i Global Headquarters, con una superficie di 8000 metri quadrati, progettati dall’ architetto Antonio Citterio. L’edificio, che fonde l’eleganza sobria di Zegna con una modernità classica, ospita gli showroom internazionali del Gruppo e i team di sviluppo prodotto, pianificazione negozi, vendite e marketing.

Il 2008 segna l’arrivo a Milano delle prime sfilate Ermenegildo Zegna e Z Zegna, che hanno arricchito il mondo dello “Stile Zegna” coniugando stile, eccellenza, qualità e tradizione, con il gusto sofisticato e cosmopolita della clientela Zegna. Queste strategie, nel loro insieme, hanno gettato le basi per il prossimo capitolo della storia del brand.
Uno degli obiettivi della quarta generazione è garantire la continuità dei valori e delle attività che derivano dalla filosofia del fondatore, eredità non solo della famiglia ma di tutti coloro che lavorano nel Gruppo.
L’idea di una “cultura della bellezza”, il principio che si basa sul concetto che la qualità del prodotto non possa essere separata dal benessere dell’ambiente e delle comunità locali, viene portata avanti attraverso la Fondazione Zegna, istituita nel 2000, e la creazione dell’Oasi Zegna nel 1993.

 

"La nostra missione è guardare al futuro, valorizzando la nostra tradizione".

Gildo e Paolo Zegna